giovedì 25 ottobre 2012

Champagne e Madaleines

 Le French&BonTon sono tornate  

per festeggiare il nostro rientro
vi offro un flute  di Champagne e  delle buonissime Madeleines



 Le Madeleine sono dei piccoli dolcetti soffici con una particolare forma a conchiglia, derivata dallo stampo in cui vengono cotte e sono un dolce tipico del comune di Commercy, nel nord-est della Francia.


Alcune fonti riportano che le madeleine sono chiamate così in onore di Madeleine Paulmier, una pasticciera del XIX secolo. Altre fonti riportano Madeleine Paulmier come una cuoca vissuta nel XVIII secolo che aveva lavorato per Stanisław Leszczy ski, il cui genero, Luigi XV di Francia, scelse il nome dei dolcetti in onore a lei.


queste che vedete nelle mie fotografie sono state fatte dalla mia amica Sabina  (con speck e timo)  
qui vi lascio la 
sua ricetta che in questo caso sono nella versione salata con noci e gorgonzola 

Madeleines alle noci e gorgonzola

Ingredienti per 12 madeleines grandi o 16 piccole:
3 uova
120 g di gorgonzola saporito
2 cucchiai abbondanti di parmigiano 
150 g di farina
1 cucchiaino raso di lievito per torte salate
4 cucchiai di olio d'oliva
60 g di gherigli di noce
sale e pepe

Rompete le noci con le mani e tagliate il formaggio a cubetti piccoli.
In una ciotola o nel mixer sbattete le uova con il parmigiano, aggiungete la farina con il lievito, il gorgonzola, le noci, l'olio, un pizzico di sale e pepe e mescolate bene fino ad avere un composto liscio ed omogeneo.
Lasciate riposare in frigo per un'oretta.
Scaldate il forno a 270° (il mio va solo fino a 250° ed è andato bene comunque).
Spennellate gli stampini con poco olio e riempiteli con il composto. Infornate le madeleines per 4-5 minuti dopodichè abbassate la temperatura a 210° e continuate la cottura per 4-6 minuti finché le madeleines saranno dorate.
Sfornate le madeleines, fate un po' raffreddare, sformatele e servitele ancora tiepide.



Le Madeleine, sono anche famose per l'opera di Marcel Proust "Alla ricerca del tempo perduto" 
(À la recherche du temps perdu), 
nella quale il narratore mangia una petite madeleine e questa risveglia in lui dei ricordi della sua infanzia, divenendo in questo modo il catalizzatore dell'opera stessa.


nella versione originale quella dolce 


Madaleine dolci

4 uova + 2 tuorli
140 g di zucchero
1 cucchiaino di lievito vanigliato in polvere per dolci
170 g di burro
125 g di farina 00
la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
1 bustina di vanillina o 1 baccello di vaniglia + 1 pizzico di sale

1) Prepara l'impasto. Monta in una ciotola le uova con lo zucchero e il sale, utilizzando la frusta elettrica.Incorpora gradualmente la farina setacciata con il lievito, evitando di formare grumi. Aggiungi anche la scorza grattugiata del limone e la vanillina. Se usi il baccello, incidilo nel senso della lunghezza e ricava la parte profumata interna, raschiando con un coltello a lama arrotondata. Sciogli 150 g di burro a fiamma molto bassa o a bagnomaria e amalgamalo gradualmente al composto, continuando a montare. Copri e fai riposare in frigo per almeno una notte (10-12 ore). Puoi tenere il composto in frigo anche 2-3 giorni, utilizzandolo quando vuoi cuocere nuove madeleines, perché sono buone servite tiepide.  

2) Cuoci. Imburra le cavità dello stampo per madeleines e infarinale. Versa nelle cavita una quantita di composto sufficiente ad arrivare quasi al bordo, ma non del tutto. Cuoci in forno gia caldo a 180C per 10-12 minuti e servi le madeleines tiepide.



  Champagne e Madaleine

21 commenti:

  1. che bontà, sono buonissime! ne mangerei ora:P un bacio!

    RispondiElimina
  2. Ti giuro che non sapevo nemmeno si potessero fare salate! Non si finisce mai di imparare *_*
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le originali sono nate dolci ....ma sono nate molte nuove versioni...

      Elimina
  3. Sicuramente da provare....
    un saluto Elisa

    RispondiElimina
  4. ciao carissima, quelle sono con speck e timo non con il gorgonzola.
    Io non sapevo tutte queste info sulle madeleines e ti ringrazio.
    un bacione e buona notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e adesso!!!! ho messo il link di quelle con il gorgonzola!!

      Elimina
  5. Ciao!
    Queste madeleines mi sembrava di averle già viste da Sabina!!!
    Bello questo blog 'francese'..mi fermo con i vostri lettori così mi sembrerà un po' di essere à Paris...
    A presto! Roberta / facciamocheerolacuoca.blogspot.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti me le ha regalate lei....ed erano buonissime

      Elimina
  6. Che dolcetti versatili !!! belle foto! Brava!
    bacioni Lieta

    RispondiElimina
  7. MA che bello questo blog dal tocco francese!Non lo conoscevo ma adesso vi seguirò!
    A presto
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie....ti aspettiamo ancora....a presto.

      Elimina
  8. queta versione salata mi stuzzica non poco ...

    RispondiElimina
  9. Le madeleines sono di miei dolcetti preferiti, grazie Claudia per questo bel post ^^
    Laura

    RispondiElimina
  10. ...le madeleines dolci sono un qualcosa di eccezionale...
    mentre salate non le ho mai provate, ma non devono essere niente male... la ricetta è di poco diversa... fattibili!

    RispondiElimina
  11. A mio marito sicuramente piacerà tanto questo vostro post! Io oltre alle bollicine apprezzo anche la ricetta delle Medeleine.... Grazie, Fulvia.

    RispondiElimina