giovedì 23 febbraio 2012

Chocolat a la Reine: un rimedio unico e "regale" per un inverno davvero glaciale

Giunto in Francia agli inizi del '600 grazie ad Anna d'Austria, unica trasgressione a cui era solita cedere la pia moglie del Re Sole Maria Teresa, antidepressivo prediletto dal malinconico Luigi XV è però solo nel XVIII secolo che il cioccolato diviene in Francia una gustosa e diffusa abitudine. Il cioccolato era considerato non solo una bevanda prelibata ma anche un vero e proprio medicinale dalle molteplici qualità curative. L'idea di Thomas Jefferson secondo cui il cioccolato aveva delle proprietà ristorative e calmanti era in realtà condivisa da moltissimi suoi contemporanei come Benjamin Franklin, il marchese de Sade, Madame du Barry e George Washington.



All'epoca il cioccolato era però un prodotto molto costoso, tanto che il suo consumo era divenuto uno status symbol diffuso tra le classi più abbienti.
  

Tra i più grandi estimatori e consumatori abituali di questa deliziosa bevanda va sicuramente inclusa anche Maria Antonietta. Dalle memorie dell'epoca sappiamo per certo che la regina era solita fare colazione a letto con una tazza di cioccolato caldo preparata secondo una particolarissima ricetta creata appositamente per lei dal suo  Maître Chocolatier.  La giovane delfina all'epoca della sua partenza da Vienna alla volta della corte francese aveva voluto portare con se il suo maestro cioccolataio personale e una volta giunta a Versailles affidò a questo dotatissimo chef il titolo di " Maître Chocolatier de la Reine".

Dal suo genio culinario nacquero moltissime varianti della famosa "Cioccolata della Regina" che veniva spesso arricchita con fiori d'arancio o mandorle dolci. Ma la ricetta di gran lunga più gustosa e particolare giunta fino a noi è stata ricreata di recente da un famoso chef versagliese. 

L'insolita lista degli ingredienti include nientepopodimenoche un tocco di ambra grigia. Si avete capito bene! Un ingrediente particolare, costosissimo e oggi quasi impossibile da trovare, se non in qualche lussuoso e sofisticato restaurant parisien, che però pare donare al cioccolato quel sapore speciale, profondo e senza tempo tanto amato dalla nostra Maria Antonietta. Potete vedere la preparazione in questo video:






Ecco a voi quindi la ricetta del vero Chocolat de la Reine:

Fate sciogliere a bagno maria 100gr di cioccolato amaro al 70 % . In un pentolino versate il cioccolato fuso, latte di mandorle e zucchero fino ad ottenere la consistenza desiderata. Aggiungete poi i semi di un baccello di vaniglia ed infine (se avete la fortuna di trovarla) una piccola spolverata di ambra grigia. 
I più golosi possono arricchire il tutto con un una spruzzata di panna montata fresca e voilà! 

Se per caso, una volta a Parigi, doveste venire assaliti da una voglia matta di cioccolato caldo il consiglio è quello di recarvi in uno dei deliziosi Cafè Angelina sparsi tra la capitale e la reggia di Versailles. Maison fondata nel 1903, pare servire il miglior cioccolato caldo di tutta la Villè Lumiere in un ambiente decisamente raffinato e accogliente: provare per credere!






A presto, Alice.

25 commenti:

  1. In effetti il cioccolato può avere una funzione antidepressiva o calmante. Interessante questa ricostruzione storica corredata di immagini. Pensa che per combinazione anche io oggi ho parlato di Maria Antonietta nel mio post! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Riccardo: vado subito a dare un'occhiata allora ;-)
      A presto. Alice

      Elimina
  2. Con il freddo che c'è oggi si potrebbe anche provare!
    Buona settiamana a tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Chiara: in effetti col freddo che c'è stato serviva un dolce e caldo rimedio.
      ^_^ Alice

      Elimina
  3. ahhhh!!!l'Africain di Angiolina!!!!che mito!peccato che senza prenotazione sia sempre praticamente un miraggio... con alternativa di 1 ora 30 di coda per accomodarsi....ma comunque un vero must!!!!
    questo racconto sull'ambra grigia invece mi ha preso un sacco!!!! straodinaramente charmant questo post...complimenti!Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Marika! Sono stata da Angelina al Petit Trianon la scorsa estate e per fortuna non c'era molta ressa...al contrario del bellissimo cafè in rue de Rivoli..sempre pienissimo. ^_^
      Alice

      Elimina
  4. Che voglia di cioccolata,ma le nostre cioccolate calde ginevrine vi assicuro che sono altrettanto buonissime,gnam gnam.Buona settimana a tutte ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Angel: non ho mai assaggiato la cioccolata ginevrina e tocca rimediare assolutamente. A presto, Alice.

      Elimina
  5. Bellissimo post, tanto che a notte fonda mi hai fatto venir voglia di cioccolata calda...e perché no, con un tocco di ambra grigia, se solo si trovasse facilmente! Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te Manuel sei sempre carinissimo ^_^
      Alice

      Elimina
  6. non solo romantico, ma anche invitante!!! darei qualsiasi cosa per un pò di cioccolata calda!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Specialmente di sera o nel tardo pomeriggio una bella tazza golosa ci sta...gnam ;-)
      Grazie mille e a presto.
      Alice

      Elimina
  7. che bel progetto, chic e bon ton.

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NonsidicePiacere, come avrai visto sono passate dalle tue parti e mi sono innamorata del tuo bellissimo blog: complimenti e grazie di essere passata. A presto, Alice

      Elimina
  8. Non vi nascondo che mentre lo scrivevo ero li li per farmi una cioccolata calda anch'io...per (s)fortuna non ne avevo in casa ^_^
    Grazie mille e tutti per essere passati da queste parti a gustare una tazza (in questo caso di cioccolata) insieme a noi. A presto
    Alice

    RispondiElimina
  9. Mmm h che voglia di cioccolata!!!! Che bello questo blog.....

    RispondiElimina
  10. Bel lavoro cara Alice....quando andiamo a gustarci una cioccolata da Angelina......
    notte da claudette

    RispondiElimina
  11. Si potrebbe pensare di rinunciare al tè per questa meraviglia!!!
    Baci.
    Laura@RicevereconStile

    RispondiElimina
  12. Grazie mille Raffa, Grazie mille Laura ^_^
    Claudette non me lo dire...non vedo l'ora di tornare a Paris! Sarebbe bellissimo fare due chiacchiere davanti ad una bella tazza fumante e in un locale delizioso affacciato su rue de Rivoli...che sogno..
    A presto, Alice

    RispondiElimina
  13. Ciao ragazze!!!! Mi ero persa qualcosa... ma ho rimediato! Ci sono anche io!
    In bocca al lupo, buon lavoro e buon divertimento...
    Silvia

    RispondiElimina
  14. Complimenti per il blog! Ogni giorno vi guardo, bellissime immagini!

    RispondiElimina
  15. IncasadiSilvia e Lorena benvenute e grazie mille per i vostri commenti: siamo felicissime di avervi tra noi e spero continuerete a seguirci! A presto e grazie di cuore!
    Alice

    RispondiElimina
  16. Appreciate the recommendation. Let me try it out.
    Take a look at my weblog ; contractors Orlando

    RispondiElimina
  17. hey there and thank you for your information – I have certainly picked up anything
    new from right here. I did however expertise several technical
    issues using this site, since I experienced to reload
    the web site a lot of times previous to I could get it to load correctly.
    I had been wondering if your web hosting is OK?

    Not that I am complaining, but slow loading instances
    times will often affect your placement in google and could damage your high quality
    score if advertising and marketing with Adwords.

    Well I'm adding this RSS to my email and could look out for much more of your respective fascinating content. Make sure you update this again soon.

    my blog ... www.daily-wet-tshirt.com

    RispondiElimina
  18. Hello! I know this is sort of off-topic but I needed to ask.

    Does operating a well-established website like yours take a massive amount work?
    I'm completely new to operating a blog but I do write in my journal every day. I'd like to start a blog so I can easily share
    my personal experience and views online.
    Please let me know if you have any kind of recommendations or tips for brand
    new aspiring bloggers. Thankyou!

    Have a look at my blog post: sex free pron sex xxx []

    RispondiElimina